Stampa Digitale VS. Stampa Offset: Qual’è il metodo di stampa più versatile?

Ecco qui finalmente la seconda parte dell’articolo dedicato all’eterna lotta fra i due principali metodi di stampa: stampa digitale e stampa offset. Nel precedente articolo ci eravamo lasciati con la stampa digitale in netto vantaggio, risultando generalmente più conveniente della rivale in fattori come tempo e costi. Ma è veramente così? E’ davvero la stampa digitale il metodo di stampa più consigliato e conveniente? Beh, sarete capaci di rispondere da soli a questa domanda dopo aver esaminato a fondo un ultimo fattore nel settore poligrafico. Un fattore indispensabile e di grande importanza: la personalizzazione.

Cosa si intende con personalizzazione? Con questo termine intendiamo quella serie di scelte e di opzioni disponibili per rendere il nostro prodotto finale più conforme ai nostri gusti e alle nostre esigenze, come anche ai nostri capricci se magari vogliamo un prodotto unico e originale nel suo genere. Nel campo della pubblicità e del marketing questo fattore è davvero importante, quasi fondamentale. Saper e poter stupire il nostro possibile cliente è davvero una cosa che può fare nettamente la differenza. Andiamo quindi ad esaminare più nel dettaglio come se la cavano le nostre due concorrenti in questa sfida finale.

Sono tante le opzioni e le scelte che si possono fare per personalizzare la nostra stampa. Ci concentremo in particolare su tre aspetti: La scelta della carta, le opzioni di finitura e la scelta del colore.

La scelta della carta

La stampa digitale non ci offre molto sotto questo aspetto, potendo usufruire solo di un limitato spessore di carta. Non ci sarà quindi concesso di realizzare ogni nostra idea e fantasia in campo cartaceo, avendo notevoli limiti nel scegliere lo spessore delle nostre stampe. La stampa offset invece non ha di questi problemi, anzi non ci porrà nessun limite nel scegliere spessore e tipo di carta. Potremo usare anche i più particolari tipi di carta, come la carta pergamena o la carta metallica. Se abbiamo in mente quindi di stravolgere quella che è la quotidianità e tradizionalità nel mondo della stampa, la stampa offset è di gran lunga quella più adatta e conveniente.

Le opzioni di finitura

Servizi come gli inchiostri metallici, la stampa a caldo o servizi di goffratura non sono offerti in genere dalle attività che si dedicano alla stampa digitale. E non sempre sono disponibili servizi come quelli di fustellatura e piegatura. La stampa offset invece ci offre una vastissima gamma di opzioni di finitura, starà a noi scegliere quella che ci è più congeniale. Goffratura, fustellatura, piegatura inchiostri metallici e tanto altro: sarà tutto a nostra disposizione, così da rendere il nostro prodotto finale unico e originale.

La scelta del colore

Sappiamo molto bene come a volte sia difficile trasporre l’idea che abbiamo ben immaginato e progettato nella nostra mente su carta. Non siamo soddisfatti fin quando il risultato non è identico e preciso a come lo avevamo immaginato nella nostra mente. Nella maggioranza dei casi, perchè questo possa avvenire c’è bisogno di un’accuratezza di colori non indifferente. Quale dei due metodi di stampa può garantirci con più precisione questo? Beh, anche qui la stampa offset ha una marcia in più. Perchè? La stampa digitale è un processo di stampa a quattro colori (CMYK: Ciano, Magenta, Giallo e Nero), i quali vengono stampati in piccoli punti e mescolati fra loro creando i vari colori. La stampa in quadricomia però presenta alcune limitazioni nella saturazione, nella gamma di colori e nella luminosità. Limitazioni che la stampa offset non ha assolutamente. Il Pantone Matching System ci offrirà una precisione del colore davvero eccelsa, dovuta al fatto che i colori Pantone sono pre-impostati e mescolati in modo davvero preciso. Inoltre i colori Pantone saranno molto più brillanti, vivaci ed intensi di quelli in quadricomia. Se si vorrà un servizio più accurato in termini di colore nella stampa digitale, si dovrà ricorrere al sistema di proofing, che produrrà colori molto più nitidi e accurati. Ma questo servizio avrà un costo aggiuntivo. Toccherà quindi a noi valutare se ne valga davvero la pena o meno.

Verdetto finale? Beh, la decisione finale deve essere personale. Quello che però possiamo dirvi è che la stampa digitale e quella offset sono due metodi di stampa perfettamente complementari, che possono tranquillamente convivere. Dipenderà tutto dalle nostre esigenze e gusti. Questa è la nostra conclusione finale. Avete altre domande da porci o dubbi da chiarire su questo confronto? Non esitate a commentare e a dire la vostro in questo articolo o sui social. Saremo lieti di rispondere ad ogni vostra domanda!

Stampe---Flashprinting.it-Blog

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *